• A A A
  • Gioielleria Vadilonga > La nostra Filigrana

    La nostra Filigrana


    Le creazioni “Vadilonga” le puoi sempre riconoscere dal nome saldato o inciso in ogni singolo oggetto e dal nostro marchio d’identificazione  “7 NU “.

    In quanto  produttori diretti, potrete acquistare da questo sito

    senza passaggi intermedi.   

              Marchio 7NU

    Solo questo marchio ti garantisce di indossare 70 anni di tradizione.


                                  Clicca sulle foto sottostanti e visualizza il nostro catalogo

     

                                             

    Seppur intriso di profonda modestia, il popolo sardo, incentrato su una società fortemente matriarcale, ha da sempre dato grande importanza alla cultura del gioiello, inteso e vissuto come identificazione del livello sociale di chi lo indossava. I gioielli, infatti, erano quasi sempre complementi del costume tradizionale dal momento che questa era la maniera più immediata di esibire il proprio lusso.

    Allo stesso tempo, però, la loro forma aveva significati ben precisi.

    Il “Bottone“, ad esempio, utilizzato sia doppio come chiusura del bavero o delle maniche sia singolo come spilla\fermaglio del fazzoletto, riportava spesso una serie di figure a seconda dei possedimenti del proprietario ( così come la stessa grandezza dell’oggetto ne indicava la situazione di benessere) e le bordure erano una rappresentazione dei muretti a secco che delimitavano le proprietà. Raffigurando il seno materno era ad ogni modo un augurio di prosperità.

    Gli orecchini, sempre molto vistosi, contenevano simboli legati alla terra, come grappoli d’uva o fiori.

    I primissimi gioielli noti però, sono in realtà amuleti contro le influenze negative.

    Lo spilloSu Cocco era (ed è tuttora) il più diffuso. Appuntato nei lettini o nelle carrozzine dei neonati, li proteggerebbe dal malocchio, spaccandosi nel caso questo cercasse di colpire il bambino. La sfera nera fissata al centro, infatti, raffigura l’ occhio buono che si contrappone a quello cattivo

    Altro oggetto affascinante per la sua raffinatezza ed eleganza è la Patena. Originariamente veniva utilizzata come reliquiario, con un elemento centrale scorrevole atto a contenere la reliquia di un santo o la foto di un proprio caro. 

    Lavorazioni tanto complesse quanto bellissime , sono i simboli della sardità delle nostre creazioni.